Vergine madre

"Vergine madre,

figlia del tuo figlio,

umile ed alta

piu´ che creatura

termine fisso

d´eterno consiglio"

 

La voce di Monia

si levava nei meandri

piu´ fondi del cuore,

librando le mani

nell´umile chiesta d´un io

in prece orante...

 

E Monia volgeva il suo cuore

con tenero garbo ed umile

assenso al fato che silente

aspettava l´istanza in prece del volto...

 

Sorride la vergine all´io

orante e dona dovuto

consenso al cuore fremente

che prega...

 

E l´io si volge compito al libero assenso del cuore,

volgendo alla vergine un 

canto che sa di prece ed amore.

 

Maiko